Chirurgia Estetica   Medicina Estetica   Trattamenti Laser   Detox e perdere peso  
Scegli il tuo Chirurgo estetico

Chirurgia del senoRiduzione di volume del seno

La mastoplastica riduttiva

mastoplastica-riduttivaLa mastoplastica riduttiva è richiesta nel caso di un seno eccessivamente grosso (con tutti i disagi e le conseguenze che provoca anche alla schiena) per ridurre il volume delle mammelle.
La riduzione mammaria è un intervento molto particolare per un chirurgo plastico in quanto è lui stesso che da forma alle nuove mammelle, quindi deve avere un gran senso estetico oltre che un'ottima padronanza della tecnica.
La mastoplastica riduttiva è spesso accompagnata da una mastopessi, per risollevare il seno, oltre che ridurre il volume.

Indicazione terapeutica mastoplastica riduttiva

Un seno di grandi dimensioni generalmente è antiestetico e fastidioso ed inoltre può causare problemi alla colonna vertebrale per il peso che deve sostenere.
Esistono due tecniche per questo tipo d’intervento: riduzione e mastopessi (lifting del seno); in quest’ultimo caso si elimina solo la pelle in eccesso mentre nella riduzione s’interviene anche sull’ eccesso di ghiandola e sul grasso.
Gli interventi di chirurgia estetica, in questo caso di mastopessi e riduzione del seno, non devono mai essere paragonati con altre pazienti, perchè ogni caso è unico e particolare. Ogni caso dev’essere studiato per valutare la miglior tecnica d’intervento da utilizzare


seno-grosso Descrizione dell'intervento

Le tecniche chirurgiche sono molto varie e differiscono secondo i casi da trattare (seno lievemente ipertrofico, cadente o con un eccesso di tessuti di 2-3 chili).
La visita specialistica è di fondamentale importanza, perché si può stabilire il tipo d’intervento adatto e le tecniche migliori da utilizzare su ogni singola paziente.

Sia la mastopessi che la riduzione del seno vengono eseguite solitamente in anestesia generale; nella mastopessi di media entità invece si utilizza l’anestesia locale con sedazione, caso in cui è sufficiente il ricovero in day-hospital, con rientro dopo qualche ora.
Nel caso dell’anestesia generale, la paziente rimane in clinica uno o due giorni.
La durata varia tra l’ora e mezza e le quattro ore, tutto dipende sempre dall’entità del singolo caso.
Dopo l’intervento vengono inseriti dei piccoli drenaggi che servono ad eliminare il ristagno di sangue, causa di ematomi o seromi.
Alla fine il seno viene coperto da una fascia compressiva con una medicazione.


Le cicatrici per la riduzione del volume del seno

Le nuove ricerche che riguardano la riduzione e la mastopessi sono volte a ridurre al minimo le cicatrici, e maggiore è la riduzione e più le cicatrici saranno estese.
Le cicatrici possono essere di tre tipi:

  • Periareolare
    Eseguita nella metà inferiore dell’areola, di forma circolare e poco evidente in quanto vi è una differenza sostanziale di colore.
    E’ ottenuta soprattutto nei casi di riduzioni e pessi minime tecnica round block.
    Nelle mammelle di maggiori dimensioni la cicatrice risulta arricciata e quindi più visibile. In caso di cicatrici poco estese si definisce tecnica scarless che tradotto significa senza cicatrici.

  • Periareolare+verticale
    Nelle riduzioni maggiori o nelle pessi medie si avranno delle cicatrici, oltre che intorno all’areola, che si estendono sino al solco sottomammario. Questo tipo cicatrice verticale, che tende a mimetizzarsi con il resto del tessuto in breve tempo, garantisce un buon risultato estetico del seno.

  • Periareolare+verticale+orizzontale
    Questo tipo di cicatrice si può paragonare ad una T capovolta, ottenuta in seguito ad una grande riduzione o ad una mastopessi lifting del seno se vi è un grande quantità di pelle in eccesso.
    La parte finale della cicatrice, ossia l’elemento orizzontale tende a nascondersi nel solco sottomammario.



Prima dell'intervento di riduzione del seno
riduzione-seno

Prima dell’intervento viene consegnato alla paziente, un consenso informato che dovrà essere letto e firmato, e successivamente controfirmato anche dal chirurgo; in lui sono contenute tutte le informazioni relative all’operazione in modo tale da evitare disguidi e insoddisfazioni da parte della paziente ed è un documento indispensabile ai fini legali.




Post intervento
e durata dei risultati

Dopo circa una settimana vengono tolti i punti di sutura, la medicazione sostituita,dopo pochi giorni, con un normale reggiseno e il gonfiore si attenua in alcune settimane; il rientro alle normali attività è possibile dopo pochi giorni.
Per quanto riguarda la durata del risultato ricordiamo che l’invecchiamento e la gravità modificano ovviamente l’aspetto del seno, pur essendo un risultato duraturo.


riduzione-volume-senoPosssibili rischi e complicanze

Prima dell’intervento viene consegnato alla paziente, un consenso informato che dovrà essere letto e firmato, e successivamente controfirmato anche dal chirurgo; in lui sono contenute tutte le informazioni relative all’operazione in modo tale da evitare disguidi e insoddisfazioni da parte della paziente
Una cosa molto importante è informare al meglio la paziente di tutti i rischi (anestesia, ematomi, infezione, cattiva cicatrizzazione, alterazioni della sensibilità della pelle) e dei benefici.




Costi e prezzi della mastoplastica riduttiva

Un preventivo dettagliato è possibile ottenerlo solo dopo aver sottoposto la paziente ad una visita preoperatoria, in quanto ogni caso è differente dall'altro.
Mediamente comunque il prezzo della mastopessi è compreso tra 5.800 e 7.500 Euro.



Elenco Chirurghi estetici di tutta Italia
Privacy policy | Cookie Policy | Disclaimer | Contatti